Lingotto Fiere
Autunno 2022

A@W Newsletter

L’evoluzione della ceramica

19 gennaio 2021

Parlare di ceramica e di rivestimenti significa aprire un vaso di Pandora fatto di tantissime offerte in grado di assecondare i più svariati gusti ed esigenze. In questo variegato caleidoscopio l’azienda spagnola Living Ceramics si distingue con un prodotto innovativo e che ha molto da dire: Ductile©.



Ductile© di Living Ceramics è sinonimo di leggerezza.

 

I rivestimenti ceramici sono un po’ le madeleine dell’architettura. Se andassimo indietro con la memoria, le nostre visite di case e di interni sarebbero permeate infatti dalle impressioni dateci da questi elementi posti a decoro delle cucine e degli ambienti bagno (e non solo, ovviamente). Del resto essi sono una delle parti che maggiormente rappresentano l’interior design, dato indubbiamente dalla ricchezza dei rivestimenti, siano essi materiali naturali, come ceramica e cotti, o i numerosi gres porcellanati con decori delle più svariate forme. Le ceramiche, quindi, sono parte inscindibile dell’architettura di interni legata alle nostre memorie, esse rappresentano contemporaneamente sia un decoro artigianale, solido, capace di permearsi nel vissuto, sia una prerogativa estetica ed artistica del progetto, da sempre caratterizzata da grande estrosità e fantasia.

 

Questo connubio di tradizione e modernità, di solidità materica ma anche di estrema fantasia progettuale, fa sì che i rivestimenti tradizionali abbiano come punto caratteristico una consistenza che, però, in molti casi ne rappresenta anche un limite. Limite consistente nella difficoltà di realizzare determinate pose o disegni, in quanto lo spessore delle varie piastrelle e del relativo peso, spesso non di poco conto nelle grandi superfici, non permette sempre di realizzare pienamente progetti con moderni disegni, ripiegando quindi su schemi tradizionali, collaudati ma anche usurati.

 

Uno dei Paesi maggiormente produttivi e creativi nel campo dei rivestimenti ceramici è rappresentato dalla Spagna, dove possiamo trovare numerose applicazioni architettoniche di questo tipo che spaziano dagli ambienti privati a quelli pubblici e commerciali (negozi e ristoranti rivestiti da maioliche colorate sono molto diffusi e caratteristici di questi luoghi).

 

La cultura della ceramica è tanto permeata nella cultura spagnola da aver ispirato uno dei suoi architetti più geniali, Antoni Gaudì, che affrontò il tema di dare morbidezza, plasticità e leggerezza ad un materiale altrimenti solido e non duttile. Da questo studio prendono forma le superfici realizzate con piccoli frammenti, in grado di essere modellati e posati con facilità nel cantiere dell’epoca. Una grande innovazione per far diventare la ceramica una protagonista dell’architettura del novecento.

 

 

  
La lastra viene proposta in una gamma di texture eleganti e contemporanee

 

Il contesto attuale presenta molte opzioni di nuovi prodotti realizzati con tecniche moderne. Ed in questo vasto panorama si inserisce l’azienda spagnola Living Ceramics.

 

Attiva da molti anni nel settore, oggi propone un prodotto innovativo, costituito da una lastra ottenuta con particolari studi chimici dello spessore di appena 6 mm: Ductile©. Questo elemento, che certamente segna un passaggio importante nell’attuale industria dei rivestimenti, permette di avere le medesime caratteristiche di una classica piastrella, ma con rese completamente nuove. Le ricerche di Living Ceramics, vista l’innovazione prodotta, hanno ottenuto un riconoscimento ufficiale da parte del Ministerio de Ciencia, Innovación y Universidades del Governo spagnolo.

 

Queste lastre Ductile©, quindi, rappresentano un’innovazione nelle applicazioni di prodotti ceramici in edilizia, per una serie di motivi che ne garantiscono una serie di benefici e migliorie: una maggiore leggerezza, ma rimanendo in grado di mantenere le medesime caratteristiche di analoghi prodotti sul mercato, grazie al minore peso del materiale; una maggiore trasportabilità e manovrabilità nel cantiere, poiché il prodotto può essere fissato con minori quantitativi di legante, con un risparmio che non è solo economico, ma che costituisce anche un contributo ecologico, perché questo significa minori produzioni di materiali che vengono immesse e, conseguentemente, minori emissioni di inquinamento nell’ambiente. Il minore peso è ovviamente una caratteristica che consente inoltre una duttilità nell’uso dei tagli e dei fori, realizzabili anche con oggetti semplici e con normali trapani.

 

Da questo la realizzazione di particolari esecuzioni che il progettista potrebbe avere precluse nel caso di materiali più tradizionali. In pratica una piccola rivoluzione.

 


Una rappresentazione della flessibilità della lastra Ductile©

 

© per tutte le immagini:  Living Ceramics


www.livingceramics.com


L’evoluzione della ceramica
Torna alla panoramica

A@W Newsletter

Rimani informato sul mondo dell’architettura e del design con la nostra Newsletter mensile!

>> Abbonati

Sei interessato alla visibilità nella nostra newsletter?

>> Richiedi informazioni!

Lighting partner

Partner Media

Con la partecipazione di

 

Media

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Design & Plan